È arrivato il momento di aggiornare la about page?

13 Nov, 2018 | Strategie

Il mio sito è online da quasi un anno. E mi sembra sia un buon momento per fare qualche analisi e qualche bilancio, per capire se ci sono cose che non hanno funzionato o che potevano funzionare meglio, e di conseguenza se occorre aggiustare il tiro.

Ho cominciato da qualche settimana ad aggiornare i post del blog, concentrandomi in particolare su due cose: i link interni e l’ottimizzazione SEO di titoli, sottotitoli e simili amenità. Sono due questioni molto interessanti e che meriterebbero un approfondimento. Magari ne parliamo nelle prossime settimane, ti va?

Ma ho fatto anche un’altra cosa: ho aggiornato la mia about page. Sì, perché anche le migliori about page a un certo punto invecchiano, e bisogna rimetterci le mani. Prima o poi tocca a tutti.

E ho deciso di scrivere questo post perché penso di poterti dare qualche spunto utile per quando toccherà a te.

Ogni volta che c’è un cambiamento

Quando si tratta del nostro business, qualsiasi cosa facciamo la facciamo per un motivo. Siamo d’accordo su questo punto, vero?

Quindi se decidiamo di aggiornare la about page non è per un capriccio, ma per delle ragioni.

Qualche esempio?

  • Magari quando hai scritto la about page, eravate in due (a ballare l’alligalli), solo che a un certo punto il tuo socio ti ha mollato, quindi non ha più tanto senso parlare al plurale, non trovi?
  • Oppure quando hai cominciato realizzavi borse con materiali di vario tipo ma da qualche tempo a questa parte hai scelto di usare solo ed esclusivamente materiali di recupero. Secondo me, sarebbe il caso di dirlo.
  • O visto che la tua attività è cresciuta molto negli ultimi tempi, adesso i tuoi accessori non si comprano solo online ma si trovano anche in alcuni negozietti fisici selezionati. Forse è un’informazione da dare a chi arriva sul tuo sito.

Insomma, la about page va aggiornata ogni volta che nella tua attività avviene un cambiamento, soprattutto se è un cambiamento importante.

Quando senti un campanello d’allarme

Negli esempi precedenti ho parlato di cambiamenti dei quali dovresti avere consapevolezza. Se il tuo socio ti molla lo sai. Se stai usando da sei mesi solo materiali di recupero lo sai. Se non vendi più solo online ma anche in alcuni negozi fisici lo sai.

Ma ci sono casi in cui le cose si complicano un po’.

Qualche esempio?

  • Chi arriva sulla tua about page ci resta giusto per 9 secondi. Ora, o la tua about page è un haiku oppure c’è qualcosa che non va. Insomma, hai sudato sette camicie per scriverla, come minimo ti aspetti che le persone la leggano.
  • L’obiettivo principale della tua about page (perché per ogni cosa devi avere chiaro un obiettivo, lo sai, vero?) è quello di guidare chi la visita a scoprire la pagina dove presenti i tuoi servizi e i tuoi prodotti. Solo che su 100 che sono passati dalla tua pagina Chi sono, solo 3 poi hanno proseguito il viaggio verso la pagina Cosa faccio.
  • Alla fine della tua about page c’è un bel form di contatto e una bella call to action: Chiedimi un preventivo gratuito. Peccato che negli ultimi otto mesi, un preventivo gratuito non te l’abbia chiesto nessuno.

Insomma, la about page va aggiornata quando qualcosa non sta funzionando.

E come fai a sapere se qualcosa funziona o no? Te lo dice Google Analytics. Solo che prima devi installarlo, studiarlo, capirlo e poi ricordarti di guardarlo.

Devi aggiornare la about page o non è ancora il momento?

Ti ho messo la pulce nell’orecchio e ti stai chiedendo se anche per te è arrivato il momento di aggiornare o riscrivere la tua about page?

Primo step

Vai a rileggere la tua about page e chiediti:

  • Chi non ti conosce capisce subito chi sei e cosa fai?
  • Ha gli elementi necessari per capire se sei proprio tu la persona che sta cercando?

Se hai risposto di no, forse c’è un problema a monte: sei tu per primo che non hai ancora messo bene a fuoco la tua identità. In quel caso, dovresti ripartire da lì.

Secondo step

Se hai superato il primo livello, adesso dimmi: le informazioni che trovo sulla tua about page sono al passo con la tua attività o nel frattempo è cambiato qualcosa?

Se è cambiato qualcosa, come dicevamo prima, ti tocca.

Terzo step

Ed eccoci al livello advanced, per veri campioni.

Fatti un giro su Google Analytics e viviseziona tutta una serie di dati, per esempio:

  • Chi visita la tua about page per quanto tempo ci rimane?
  • E la legge fino in fondo oppure non si prende nemmeno la briga di scrollare?
  • Come arrivano le persone sulla tua about page? da dove? cercando su Google? e cosa? il tuo nome e cognome o altro?
  • Chi arriva sulla tua about page, cosa fa dopo averla letta? esce dal sito? va sulla pagina Cosa faccio? in media quante pagine visita? e quali?
  • C’è qualcuno che, dopo aver visitato la tua about page, compie azioni rilevanti? per esempio in quanti si iscrivono alla newsletter? in quanti ti chiedono un preventivo? in quanti comprano?

Incrocia i dati, analizzali, e saprai se è arrivato il tuo momento oppure no.

Chiedi aiuto, se è necessario

Potrebbe succedere questo: potresti accorgerti che è arrivato il momento di migliorare o di riscrivere la tua about page ma non te la senti di farlo da solo.

Be’, in quel caso chiedi aiuto. Non a tuo cugino ma a un professionista. A qualcuno che sa scrivere about page, che lo fa per lavoro. E che sì, si fa pagare.

Ti assicuro che saranno soldi ben spesi.

 

Hai capito che è arrivato il momento di scrivere o riscrivere la tua about page?

Se serve una mano, il primo episodio di Rock that biz! si intitola proprio UNA ABOUT PAGE CHE SPACCA.

♫ Quando verrà il momento – Colle der Fomento

Serve una mano?

Scopri come posso aiutarti.

Vuoi ricevere i mixtape?

La mia newsletter è un mixtape.

Arriva una volta al mese, di venerdì.

Dentro c'è tanta roba: riflessioni su un tema che ha a che fare con il business, con la comunicazione e con il marketing online, contenuti extra e tanta musica.

Se ti va, qui puoi leggere il mixtape #1

E - ovviamente - ci sono anche i regali.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.