Fine anno: tempo di bilanci

26 Dic, 2017 | Business

Cosa è successo nel 2017

Nel mio 2017 sono successe un sacco di cose.

Ho capito che volevo rimettermi in proprio, ho lasciato un lavoro a tempo indeterminato e ho lanciato il mio piccolo business.

Sono partita male, perché mi sono fatta travolgere dall’entusiasmo, ma sono riuscita a metterci le pezze e a correggere in buona parte quello che era sghembo.

Sono ripartita meglio, perché ho fatto tesoro degli errori e li ho archiviati nella casella “esperienze che ti insegnano qualcosa”.

Sono pronta ad affrontare l’anno nuovo con molta consapevolezza, un pizzico di paura, e tanta energia.

Cosa non ha funzionato

Sono molte le cose che non hanno funzionato.

E infatti, pure se a malincuore, ho mandato in pensione diversi prodotti e servizi.

Alcuni di quei prodotti e di quei servizi li considero seppelliti, altri li ho solo accantonati momentaneamente. Ci credo ancora ma sono convinta che dovrò sottoporli a una bella revisione. Ecco perché nel mio 2018 ci saranno nuovi lanci, ma anche rilanci.

Ho fatturato meno del previsto. Praticamente ho bruciato un mese intero: novembre. Col senno di poi e dopo un’analisi lucida, mi dico che ci sta. A novembre ho lavorato al sito nuovo e all’ebook di Hai paura del BuJo?, poi mi sono rimessa in carreggiata.

Cosa ha funzionato

Le cose che hanno funzionato sono di più di quelle che non hanno funzionato quindi YEAH!

In ordine sparso:

  • nessuno, né chi ha acquistato uno dei miei corsi né chi mi ha scelta per una consulenza, mi ha chiesto i soldi indietro,
  • chi ha acquistato un corso spesso poi ne ha acquistato un altro o mi ha chiesto un preventivo per una consulenza su misura,
  • chi è arrivato sul mio sito cercando qualcosa su Google non è scappato a gambe levate, ma si è soffermato e spesso si è iscritto alla newsletter,
  • chi è arrivato sul mio sito cercando un corso sul planning ha acquistato un corso sul planning.

Di cose che hanno funzionato e che sono sicura continueranno a funzionare ce ne sono altre, ma chi si loda s’imbroda, quindi mi fermerei qui.

Cosa ho imparato

In questi primi mesi di attività, ho imparato tante cose.

Una su tutte: se vuoi che le cose funzionino, le cose funzioneranno. Anzi: se vuoi che le cose funzionino, e ti impegni perché funzionino, le cose funzioneranno.

Ma cosa significa impegnarsi?

  • Significa metterci la passione perché se non ami quello che fai, non lo ameranno nemmeno gli altri.
  • Significa mantenere la lucidità perché se non sei disposto ad analizzare gli errori e a cercare di capire come risolverli, non ne verrai mai a capo.
  • Significa avere coraggio perché se non accetti di correre qualche rischio più o meno calcolato, resterai al palo.
  • Significa armarsi di pazienza perché Roma non è stata fatta in un giorno, e i successi grandi e piccoli si costruiscono piano piano, pezzo dopo pezzo, passo dopo passo.

significa farsi il mazzo perché, come non mi stancherò mai di ripetere, non è facile, non è rapido e soprattutto non è indolore.

♫ Bene ma non benissimo – Shade

Serve una mano?

Scopri come posso aiutarti.

Seguimi su Chiara Manfrinato - YouTube

Seguimi su Chiara Manfrinato - Instagram

Seguimi su Chiara Manfrinato - Facebook

Iscriviti alla newsletter

La spedisco l'ultimo venerdì del mese.

Racconto quello che ho fatto, quello che ho imparato e quello che ho scoperto il mese prima. Perché anche da quello che sembra un grosso WTF, secondo me, possiamo trarre molti spunti di riflessione e di ispirazione.

E ogni settimana faccio capolino per dirti: Ehi, c'è un nuovo post sul blog. Ti va di leggerlo?

E sì, ci sono anche i regali 🙂

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.