Campagne su Facebook: strategia, obiettivi, target

24 Mag, 2018 | Strategie

Chi ha paura delle campagne su Facebook?

Se mi hai dato retta, se hai smesso di cliccare sul malefico pulsante Metti in evidenza per sponsorizzare i tuoi post su Facebook, e hai sbirciato oltre la porticina chiamata Gestione inserzioni, immagino ti sia spalancato un mondo. Un mondo che probabilmente ti ha fatto paura.

Ok, è normale. Ma voglio rassicurarti: non è un buco nero che ti risucchierà. È semplicemente un mondo vasto e complesso che va esplorato e capito. A quel punto sarà un ottimo alleato, e ti aiuterà a raggiungere molti dei tuoi obiettivi.

Perciò se hai accettato la dura verità, e cioè che non otterrai grandi risultati contando solo ed esclusivamente sui post organici, e se vuoi iniziare a creare campagne efficaci, ti consiglio caldamente di metterti a studiare.

Quello sarà il primo passo. Sapersi muovere bene all’interno della Gestione inserzioni è fondamentale, ma se poi non sei in grado anche – e soprattutto – di mettere a punto una strategia per ogni campagna che andrai a creare, sarà stato tutto vano.

Metti a punto la tua strategia

Quando progetto le mie campagne o quelle dei miei clienti, non è da Facebook che parto. Mai.

Parto sempre dagli obiettivi. Non dagli obiettivi della singola campagna, ma dagli obiettivi di business veri e propri.

E, in linea generale, non penso mai a una singola campagna ma a una serie di campagne da incastrare con tanto altro: le newsletter, i post del blog, i contenuti organici (cioè quelli che non mi costano un centesimo), le dirette, e via discorrendo.

Perché un business è un puzzle, e ragionare in termini di singole tessere, perdendo di vista il quadro d’insieme, non è una buona cosa. E non è una buona cosa perché così facendo, difficilmente si otterranno risultati.

Molte campagne su Facebook sono fallimentari proprio perché vengono create senza che ci sia una strategia globale a monte. E perché si pensa che basti investire qualche decina di euro in un post sponsorizzato per fare schizzare le vendite. Purtroppo non è così che va.

Definisci l’obiettivo

Proviamo a sporcarci le mani, e a fare un esempio concreto e reale, basandoci su un business immaginario ma verosimile.

Anna Verdi è una giovane MUA appena diplomata che ha aperto la partita IVA e offre servizi di make-up per spose.

Ha un sito con il blog, una newsletter, una pagina Facebook e un account su Instagram. E in questa fase il suo obiettivo principale è fare sapere al mondo che esiste.

Ovviamente, visto che ha ancora poco seguito, i suoi primi post non hanno avuto grandissimi riscontri. Quindi ha deciso di investire in Facebook Ads.

Il suo obiettivo principale, come dicevamo, è fare sapere al mondo che esiste. Anzi, fare sapere alle future sposine che esiste, che è una brava MUA e che potrebbe aiutarle a rendere indimenticabile il giorno del loro matrimonio.

Definisci il target

Se la nostra amica MUA cominciasse a fare campagne per promuovere i suoi servizi di trucco sposa, sparando nel mucchio e sperando di vendere un botto di pacchetti in una settimana, non andrebbe lontano.

Ma la nostra Anna Verdi non è una sprovveduta e ha capito che in questa fase deve concentrarsi su quella che si chiama brand awareness.

Le sue prime campagne su FB quindi avranno come obiettivo quello di fare aumentare il suo seguito, e non solo sui social.

Anna progetterà due o tre campagne destinate a fare crescere gli iscritti alla newsletter, due o tre campagne per portare le giovani sposine sul suo sito, alla scoperta dei suoi servizi e soprattutto del suo talento, due o tre campagne per promuovere alcuni dei suoi post su Facebook (e Instagram) dove mostra alcuni look che ha realizzato.

Se Anna starà attenta a targettizzare bene le sue campagne, è assai probabile che raggiungerà i suoi obiettivi. Il suo seguito aumenterà e piano piano comincerà a essere in qualche modo affezionato.

A quel punto – e solo a quel punto – dovrà iniziare a mettere a punto una strategia per fare sì che quei fan e quei lettori diventino clienti. E cioè non solo cuori e “Wow, che bel trucco occhi!” ma magari una mail del tipo: Ciao, sono Giulia e fra tre mesi mi sposo. Puoi darmi qualche info in più sul tuo servizio Trucco sposa a domicilio?

♫ Faccio un casino – Coez

Vuoi cominciare a creare campagne efficaci su Facebook?

C’è CON UN DECA!

Vuoi iscriverti alla newsletter?

Se ti è piaciuto quello che hai letto, iscriviti alla newsletter, così ogni settimana ti arriva via mail il nuovo post del blog.

E una volta al mese mese ti mando il mixtape dove condivido le mie riflessioni su business, comunicazione, marketing online, con un po' di musica in sottofondo.

Se ti va, qui puoi leggere il mixtape #1.

E - ovviamente - ci sono anche i regali.

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.