Quali sono i social giusti per il tuo piccolo business?

23 Ott, 2018 | Strategie

Su tutti i social, ovvero: in tutti i luoghi e in tutti i laghi

C’è una brutta abitudine, molto diffusa, tra chi ha deciso di raccontare e promuovere la propria attività online. Ed è questa: aprire account su millemila social.

Lo dico con cognizione di causa, perché quando preparo una call su Skype, per prima cosa cerco capire su quali canali sta la persona che mi ha chiesto aiuto. Di solito la persona in questione sta più o meno ovunque. Nel peggiore dei casi, è fuoriluogo ovunque. Nel migliore dei casi, non sta bene quasi da nessuna parte.

Non mi stupisce che tutti abbiano un account su Facebook e un account su Instagram, visto che fino a qualche tempo fa erano imprescindibili. Ma quando ci sono anche account su Pinterest, Twitter, Linkedin, YouTube, Google+ e Dio solo sa cos’altro, comincio a farmi qualche domanda.

Soprattutto se mi rendo conto che quegli account sono lì per fare numero, ma di fatto sono lande desolate, dove di contenuti ce ne sono pochi, oppure ce ne sono un’infinità ma sono poco centrati se non scadenti.

Less is more

Quando si parla di presenza online e in particolare di social, vale una regola: less is more. In altre parole, se vuoi stare online devi starci bene.

E se stai su troppi canali, rischi di starci male. E pure molto. Perché everywhere is nowhere.

Ok, ma cosa significa stare male su un social? Be’, può significare tante cose.

  • Per esempio, stai su canali dove mai e poi mai riuscirai a entrare in contatto con il tuo cliente ideale.
  • Oppure stai su alcuni social perché fa figo, ma alla fine non ci pubblichi mai niente.
  • O ancora, visto che non hai tempo di creare contenuti di qualità per millemila social, pubblichi le stesse cose dappertutto. Ma lo sai, vero, che sparare nel mucchio non serve a niente e non ti farà ottenere risultati?

Less is more, dicevamo. E quei pochi canali sui quali costruire la tua presenza online, devi sceglierli anche con criterio.

I social giusti per te e per il tuo business

Scegliere i social giusti però non è proprio semplicissimo. Infatti ho dedicato un intero modulo di Ho tutto in testa ma non riesco a dirlo a questo argomento complesso e delicato.

Ma scegliere i canali giusti è fondamentale, ed è qualcosa che può fare la differenza.

Se scegli i canali sbagliati e punti tutto su quelli, è assai probabile che la tua attività non decollerà mai.

Se invece scegli i canali giusti, e per quei canali crei contenuti interessanti, utili, originali e unici, ci sono buone possibilità che il tuo piccolo business cresca e, piano piano, diventi un po’ meno piccolo.

Le domande che dovresti farti

Ma come si scelgono i canali giusti?

Per prima cosa, dovresti capire dove sta il tuo cliente ideale. Ma anche perché sta su quel determinato social, come lo usa, cosa si aspetta di trovarci.

E dovresti continuare a farti domande in corso d’opera, analizzando costantemente numeri e dati, per capire quali social ti portano risultati concreti e quali no.

Perché se adori scattare flatlay della tua scrivania per Instagram, e magari ti fa collezionare pure tantissimi cuori, ma poi quei cuori non diventano richieste di preventivi oppure ordini, non ci siamo proprio.

♫ Fuoriluogo ovunque – Ghemon

Guarda gli ultimi video

Vuoi ricevere i mixtape?

Ogni mese preparo un mixtape in forma di newsletter.

Dentro c'è tanta roba: riflessioni su un tema che ha a che fare con il business, con la comunicazione e con il marketing online, contenuti extra e tanta musica.

E per gli iscritti alla newsletter ci sono anche i bonus: regali, anteprime, promozioni esclusive, i post del blog via mail.

Che fai? Ti iscrivi?

1 commento

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.